0-A-D-videogioco-strategia in tempo reale | Linuxiano.it
Privacy Policy

0-A-D-videogioco-strategia in tempo reale

Cross-Platform RTS gioco Alpha 21 disponibile per il download

0 A.D. è un videogioco di strategia in tempo reale libero, open source, e multipiattaforma in fase di sviluppo creato da Wildfire Games

È un videogioco storico di guerra ed economia, incentrato sul periodo compreso tra il 500 a.C. e il 500 d.C. È disponibile per GNU/Linux, OpenBSD, Windows, e macOS. Mira ad essere un gioco completamente libero, rilasciando il motore grafico con licenza GPLv2+ e contenuti artistici con licenza CC-BY-SA.

0-A-D-videogioco-strategia 0-A-D-videogioco-strategia

0-A-D-videogioco-strategia 0-A-D-videogioco-strategia

0-A-D-videogioco-strategia 0-A-D-videogioco-strategia

Storia

Il progetto è partito nel 2001, e inizialmente consisteva in una gigantesca mod di conversione per Age of Empires II, intitolata Rome at War, con l’obiettivo di introdurre gli antichi Romani come popolazione giocabile. Il progetto, però, cambiò presto direzione, e nel 2002 diventò la realizzazione un videogioco completo ed indipendente, basato sulle idee del team.

Nel novembre del 2008 gli sviluppatori hanno confermato che il progetto sarebbe stato pubblicato come open source.Il 10 luglio 2009, la Wildfire Games ha pubblicato il codice sorgente del gioco sotto licenza GPL 2, e ha reso il contenuto artistico sotto licenza CC-BY-SA.
Attorno al 23 marzo 2010 vi erano circa 10-15 persone occupate nello sviluppo del gioco, ma da quando è partito il progetto le persone che hanno contribuito sono state più di 100.

Il 7 settembre 2012, con l’uscita della versione Alfa 11, sono stati introdotti alcuni codici per attivare i trucchi.

 

Gameplay

Le principali componenti del gioco rispecchiano le classiche caratteristiche di un videogioco strategico in tempo reale come costruire una città, addestrare l’esercito, combattere e ricercare tecnologie.Il gioco riguarda lo sviluppo economico e la guerra.

La Wildfire Games punta a fornire un’esperienza che sia innovativa ma allo stesso tempo familiare, focalizzandosi per lo più sull’aspetto militare dei videogiochi strategici in tempo reale.Il gioco sarà molto aderente alla storia e molto attento alla sua accuratezza, senza che questo influisca negativamente sull’esperienza di gioco. Si propone inoltre di avere un grande grado di rigiocabilità, dato che la realizzazione di mod è abbastanza semplice, e grazie anche alla formazione di una grande community online. Il giocatore dovrà costruire una città e un esercito seguendo le classiche regole dei videogiochi di strategia in tempo reale, accumulando risorse e costruendo edifici.Il gioco includerà diverse unità ed edifici specifici di ogni civiltà così come unità di terra e navali.
Le funzionalità del multiplayer che è stata implementata è peer-to-peer ed è stato confermato che non ci sarà un server centrale.

 

Civiltà

Permetterà al giocatore di controllare una qualsiasi delle civiltà dell’antichità a disposizione:

Cartaginesi:

possiedono la flotta più potente del gioco e la migliore abilità commerciale. Le loro migliori unità sono gli elefanti da guerra e il Battaglione sacro. La maggior parte dell’esercito, comunque, è composto da costosi mercenari. La loro prima apparizione risale dalla versione 7-Geronium.

Celti:

sono eccellenti nel combattimento corpo a corpo, ma hanno unità navali e d’assedio scarsi. Le loro costruzioni sono principalmente in legno, che sono veloci ed economiche da costruire, ma anche meno resistenti degli equivalenti edifici in pietra. Le versioni del gioco, a partire dalla 11-Kronos li dividono in 2 fazioni: Gallia e Britannia.

Britanni:

dispongono di cani da guerra e carri da guerra, reclutabili nelle Crannóg. Possiedono anche potenti unità da corpo a corpo, quali spadaccini a lama lunga, e sono tutti economici e utili alla caccia e al combattimento. Tra gli eroi figura Boadicea;

Galli:

possiedono la Gristmill, e possiedono la migliore fanteria e cavalleria tra i Celti. Tra gli eroi figura Vercingetorige.

Greci:

condividono in comune edifici robusti, trireme resistenti, tecnologie più economiche e la classica e tipica formazione a falange, letale soprattutto negli attacchi frontali. A partire dalla versione 10-Jhelum, gli Ellenici si dividono in 3 fazioni: Atene, Sparta e Macedonia.

Ateniesi:

possiedono una forte cultura, grazie alla possibilità di costruire edifici con caratteristiche uniche come il teatro, il Prythaneion e il ginnasio. Inoltre la flotta ateniese è la più potente tra quelle della Grecia.

Spartani:

hanno la fanteria meno varia tra i popoli ellenici, ma sono i migliori a usare la fanteria nella formazione a falange.

Macedoni:

possiedono un esercito vario e completo, la cui fanteria è in grado di disporsi nella tipica formazione a falange macedone detta syntagma. Possiedono anche una struttura unica: l’Elepoli, una gigantesca torre d’assalto a più piani in legno, all’interno della quale possono disporsi un gran numero di arcieri.

Indiani Maurya:

l’impero Maurya, regnante sull’India, è stata una civiltà in fase di sviluppo fino alle ultime versioni del gioco. Tra gli eroi figurano Chandragupta Maurya e Ashoka il Grande. Possono disporre di 3 tipi di elefanti: due da combattimento e anche uno da lavoro, che, assieme alle donne lavoratrici, può costruire edifici (ma non raccogliere risorse). Inoltre hanno accesso a 4 unità campione, invece delle 2 delle altre civiltà, e tramite un’apposita tecnologia, possono anche catturare elefanti Gaia (cioè appartenenti a nessuna fazione). Infine, il loro limite di popolazione assoluto aumenta del 10% (per esempio, invece di 300, i Maurya avranno una popolazione massima assoluta di 330) .

Iberi:

si contraddistinguono per la fanteria più rapida sia nei movimenti sia nel tiro, in particolare i frombolieri Balearici. Gran parte delle unità da lancio sono in grado di tirare anche proiettili infuocati. Il ferro di Toledo gli garantisce un miglior armamentario in metallo. Come se non bastasse, la loro cavalleria è la più economica, e i loro guerrieri élite possono causare gravi danni anche in inferiorità numerica. La loro prima apparizione è nella versione 5-Edetania.

Persiani:

sono la civiltà più cosmopolita, arruolando una grande varietà di truppe dalle loro satrapie. Le loro unità di fanteria sono deboli e poco equipaggiate, ma possono essere ammassate in grossa quantità. La loro cavalleria è la più forte (ma anche la più costosa) del gioco, e l’unica a poter disporre di qualunque tipo di unità a cavallo, compreso il carro falcato di tipo Scita. I loro edifici sono anche i più resistenti nel gioco. Appaiono per la prima volta nella versione 8-Haxamanis.

Romani:

sono capaci di addestrare la fanteria più forte del gioco, gli Hastati, e di assemblare le migliori macchine da assedio. I Romani possono anche costruire muri d’assedio in territorio avverso per circondare le città nemiche. I loro 3 eroi sono tutti spadaccini di cavalleria, e tra di loro figura Publio Cornelio Scipione. Appaiono per la prima volta nella versione 9-Ides of March.

Seleucidi:

Sono il più largo regno nato dopo la morte di Alessandro Magno. Dalla loro apposita fortezza (disponibile dalla fase Città) è possibile scegliere se mantenersi all’esercito tradizionale (sbloccando i Carri falcati e i Picchieri dallo Scudo Argentato) oppure riformarlo (sbloccando lo Spadaccino Romanizzato e il Catafratto Seleucida). Dopo il centro civico, sarà possibile costruirne altri solo dopo aver reclutato un eroe, reclutabile direttamente dal centro civico; in compenso, si potranno costruire degli avamposti militari, un poco deboli ma abbastanza economici.

Tolemaici d’Egitto:

Sono la trentatreesima ed ultima dinastia d’Egitto, ed uno dei Diadochi nato dopo la morte di Alessandro Magno. Dispongono di varie tecnologie di agricoltura, il che migliora la raccolta di cibo, e di una varietà di mercenari. Dopo il loro primo centro civico, possono anche costruire avamposti militari, più deboli ma anche economici rispetto ai centri civici stessi. I Tolemaici possono anche catturare elefanti e cammelli appartenenti a Gaia (cioè neutrali).

Tra cambiamenti in Alpha 21 “Ulisse” troviamo:

  • 11 script mappe casuali e 2 mappe di schermaglia;
  • la fazione seleucide è stata completata con l’aggiunta di modelli per il Colonnato, Caserma, Wonder, Mercato, Corral, Fabbro, Dock, biblioteca, militare Colony e City Walls;

    nuove caratteristiche di gioco:

  • Herocide / Regicide: si inizia con un eroe ghe viene sconfitto quando lui o lei muore.
  • Wonder Vittoria: puoi cambiare il tempo da quando costruisci le tue meraviglie fino alla vittoria. Entrambi i set sono a 0 perciò vincerai non appena la tua neraglia sarà costruita
    Questa operazione deve essere tra 1 e 120 minuti per dare la possibilità agli avversari di distruggere prima che la partita sia vinta;
  • Last Man Standing: solo un giocatore è in grado di vincere la partita. Formare alleanze temporanee per eliminare i concorrenti comuni. Ma attenzione: come gli altri giocatori lottano per la vittoria, gli alleati sarranno contro di voi. Questa modalità può essere giocata con ogni
  • condizione di vittoria;
  • nuovo bilanciamento ;
  • edifici e unità possono ora essere aggiornati;
  • il gioco ora supporta l’hosting sulle porte UDP arbitrarie, che può essere utile se il proprio ISP blocca la porta di default;
    vari miglioramenti all’interfaccia utente, come i dettagli della hall Multiplayer Match , una finestra con nuovi obiettivi che rivelano le impostazioni di gioco scelti in quelli che sono in esecuzione, e altro ancora.

Come al solito, la lista dei miglioramenti è abbastanza grande, in modo da controllare l’ufficiale annuncio di rilascio per un elenco completo.

Ancora considerato alpha, perché alcune funzioni sono ancora disperse. Tuttavia, il gioco è giocabile, ed è dotato di grande grafica e suono, così come un editor di mappe potente.

Ci sono anche alcuni bug che dovrebbero essere a vostra conoscenza.

Installazione

Disponibile per Ubuntu 17.04, 16.10 e 16.04 / Linux Mint 18 gli utenti possono installare l’ultima versione del gioco utilizzando il suo PPA.

Per installare aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  1. sudo  -s
  2. add-apt-repository ppa:wfg/0ad
  3. apt update
  4. apt install 0ad

Su Linux, il gioco richiede un 1 GHz Intel o processore compatibile x86, almeno 512 MB di RAM, e di qualsiasi scheda grafica di supporto OpenGL 1.3 con i driver con accelerazione hardware 3D e almeno 128 MB di memoria (ad esempio, Radeon 9000 o GeForce 3).

Rimuovere

Per rimuovere aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  1. sudo apt-get update
  2. sudo apt-get  –purge remove 0ad

Guarda anche:

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.