Rosegarden un Orchestra nel tuo PC per tutte le distribuzioni Linux | Linuxiano.it
Privacy Policy

Rosegarden un Orchestra nel tuo PC per tutte le distribuzioni Linux

Rosegarden un Orchestra nel tuo PC

Rosegarden è l’alternativa libera “open source”al famoso finale, un programma per la notazione musicale

Progettato per l’utilizzo professionale, ma può essere utilizzato anche dai meno esperti: con questo programma ò possibile scrivere spartiti musicali per un gran numero di strumenti, che spaziano dall’orchestra lirica classica fino ai sitetizzatori della musica elettronica. Gestisce contenporaneamente più strumenti, quindi è possibile creare la propria orchestra virtuale e, con l’aituto del sintetizzatore FLUIDSynth e la sua interfaccia grafica QSynth, ascoltare la melodia che abbiamo scritto. Ha anche l’interessante capacità di leggere i file MIDI e KAR: è quindi possibile aprire uno di questi file e modificarlo a proprio piacimento.
Come Ardour, anche Rosengarden si basa su server audio JACK, con il quale condivide il trasporto. Quindi, se Rosengarden e Ardour sono entrambi avviati e premiamo play in uno di questi, la riproduzione comincerà su entrambe, ed anche il tempo verrà sincronizzato tra i due programmi. In questo modo potete combinare le colonne sonore con la registrazione dell’audio.

Rosegarden-Orchestra-nel-PC

Rosegarden-Orchestra-nel-PC Rosegarden-Orchestra-nel-PC

Rosegarden-Orchestra-nel-PC Rosegarden-Orchestra-nel-PC

  1. Sintetizzatore.

    Tramite l’editor delle connessioni di JACK, l’uscita audio di Qsynth va collegata all’entrata audio del sistema, cosi potremo ascoltare i suoni sintetizzati. Volendo, si può collegare l’uscita di Qsynth all’ingresso di un altro programma.

  2. I font musicali.

    Qsynth utilizza un soundfont, ovvero un set di suoni di base per ogni strumento musicale. In Setup di Qsynth, nella scheda soundfonts, è possibile aggiungere nuovi soundfonted impostare il predefinito tra quelli esistenti.

  3. Connessione MIDI.

    Apriamo Roseganden, entriamo nella scheda ALSA dell’editor delle connessioni di JACK. Quindi colleghiamo l’uscita general MIDI device di Rosegarden all’ingresso di FLUID Synth. Rosegarden può anche leggere dall’ingresso MIDI.

  4. Scrivere le note.

    Dopo aver selezionato la traccia si può modificare la pertitura cliccando sull’icona a forma doppia di semicroma.
    Per scegliere lo strumento assegnato basta cliccare sullo stesso e selezionarlo dal programma.

Installazione

Disponibile per tutte le distribuzioni Linux, per installare aprite un terminale  (Ctrl + Alt + T) copiare il seguente comando nel terminale:

Terminale
  • sudo apt-get update
  • sudo apt-get install rosegarden

Rimuovere

Per rimuovere aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  • sudo apt-get –purge remove rosegarden

 

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.