Android-Studio per Linux | Linuxiano.it
Privacy Policy

Android-Studio per Linux

Android-Studio

Android-Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE) per lo sviluppo per la piattaforma Android

La sua uscita è stata 16 maggio 2013 in occasione della conferenza Google I/O tenuta dal Product Manager Google, Katherine Chou. Il software è disponibile gratuitamente sotto licenza Apache 2.0.

Uscì in anteprima con la versione 0.1 nel maggio del 2013, entrò poi in fase beta a partire dalla versione 0.8 rilasciata nel giugno del 2014. La prima build stabile fu rilasciata nel dicembre del 2014, versione 1.0.

Basato sul software della JetBrains IntelliJ IDEA, Android Studio è stato progettato specificamente per lo sviluppo di Android. È disponibile il download su Windows, Mac OS X e Linux, e sostituisce gli Android Development Tools (ADT) di Eclipse, diventando l’ IDE primario di Google per lo sviluppo nativo di applicazioni Android.

Android-Studio Android-Studio

Android-Studio Android-Studio

Android-Studio

Installazione

Disponibile per tutte le versioni Ubuntu e Linux Mint.

Per installare Android-Studio scarica il file tar nel link sotto

Scompattare il file .zip che hai scaricato in una posizione appropriata per le tue applicazioni, ad esempio all’interno di /usr/local/ per il tuo profilo utente o /opt/ per gli utenti condivisi.
Per avviare Android Studio, aprire un terminale, navigare alla directory android-studio/bin/ e eseguire studio.sh.
Seleziona se desideri importare le impostazioni precedenti di Android Studio oppure no, quindi fai clic su OK .
L’Installazione guidata di Android Studio ti guida anche per il resto dell’installazione, che include il download di componenti Android SDK necessari per lo sviluppo.

Suggerimento: per rendere disponibile Android Studio nell’elenco delle applicazioni, seleziona Strumenti> Crea voce di desktop dalla barra dei menu di Android Studio.

Per installare  android studio da terminale:

Terminale
  1. sudo  -s
  2. add-apt-repository ppa:maarten-fonville/android-studio
  3. apt update
  4. apt install android-studio

Librerie richieste per macchine a 64 bit:

Versione a 64 bit di Ubuntu, installare librerie a 32 bit con il seguente comando:

Terminale
  • sudo aptget install libc6:i386 libncurses5:i386 libstdc++6:i386 lib32z1 libbz21.0:i386

 Se si esegue Fedora a 64 bit, il comando è:

Terminale
  • sudo yum install zlib.i686 ncurseslibs.i686 bzip2libs.i686

Librerie richieste per macchine a 64 bit:

Versione a 64 bit di Ubuntu, installare librerie a 32 bit con il seguente comando:

Terminale
  • sudo aptget install libc6:i386 libncurses5:i386 libstdc++6:i386 lib32z1 libbz21.0:i386

Fedora a 64 bit, il comando è:

Terminale
  • sudo yum install zlib.i686 ncurseslibs.i686 bzip2libs.i686

Installare Java 8 su Ubuntu 16.04/16.10/17.04/17.10/18.04/18.10 e derivati

Non importa quale metodo scegli, devi prima installare Java. È consigliabile installare Oracle Java , perché ha un vantaggio rispetto a OpenJDK. Eseguire i seguenti comandi nel terminale per installarlo da PPA.

Terminale
  1. sudo  -s
  2. add-apt-repository ppa:webupd8team/java
  3. apt-get update
  4. apt-get install java-common oracle-java8-installer

Se l’icona non è stata caricata, quindi esegui l’accesso e accedi nuovamente oppure utilizza il seguente comando per avviare Android Studio.

Terminale
  • /opt/android-studio/bin/studio.sh

Rimuovere

Terminale
  • sudo apt-get –purge remove android-studio

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.