PyCharm-programmazione-Python per Ubuntu/Linux Mint e derivati | Linuxiano.it
Privacy Policy

PyCharm-programmazione-Python per Ubuntu/Linux Mint e derivati

PyCharm

PyCharm è un ambiente di sviluppo integrato (IDE) utilizzato per la programmazione in Python.

Fornisce analisi del codice, un debugger grafico, un tester integrato, l’integrazione con i sistemi di controllo versione (VCSes), e sostiene lo sviluppo web con Django. PyCharm è sviluppato dalla società ceca JetBrains.
E un interpiattaforma di lavoro su Windows, Mac OS X e Linux. Ha una Professional Edition, rilasciata sotto licenza proprietaria e una Community Edition rilasciata sotto licenza Apache. PyCharm Community Edition è meno estesa della Professional Edition.

Cos’è Python

Python è un linguaggio di programmazione ad alto livello, rilasciato pubblicamente per la prima volta nel 1991 dal suo creatore Guido van Rossum, programmatore olandese attualmente operativo in Dropbox. Deriva il suo nome dalla commedia Monty Python’s Flying Circus dei celebri Monty Python, in onda sulla BBC nel corso degli anni 70. Attualmente, lo sviluppo di Python (grazie e soprattutto all’enorme e dinamica comunità internazionale di sviluppatori) viene gestito dall’organizzazione no-profit Python Software Foundation.

Paradigmi supportati

Python supporta diversi paradigmi di programmazione, come quello object-oriented (con supporto all’ereditarietà multipla), quello imperativo e quello funzionale, ed offre una tipizzazione dinamica forte. È fornito di una libreria built-in estremamente ricca, che unitamente alla gestione automatica della memoria e a robusti costrutti per la gestione delle eccezioni fa di Python uno dei linguaggi più ricchi e comodi da usare.

Comodo, ma anche semplice da usare e imparare. Python, nelle intenzioni di Guido van Rossum, è nato per essere un linguaggio immediatamente intuibile. La sua sintassi è pulita e snella così come i suoi costrutti, decisamente chiari e non ambigui. I blocchi logici vengono costruiti semplicemente allineando le righe allo stesso modo, incrementando la leggibilità e l’uniformità del codice anche se vi lavorano diversi autori.

Python è un linguaggio pseudocompilato: un interprete si occupa di analizzare il codice sorgente (semplici file testuali con estensione .py) e, se sintatticamente corretto, di eseguirlo. In Python, non esiste una fase di compilazione separata (come avviene in C, per esempio) che generi un file eseguibile partendo dal sorgente.

L’esser pseudointerpretato rende Python un linguaggio portabile. Una volta scritto un sorgente, esso può essere interpretato ed eseguito sulla gran parte delle piattaforme attualmente utilizzate, siano esse di casa Apple (Mac) che PC (Microsoft Windows e GNU/Linux). Semplicemente, basta la presenza della versione corretta dell’interprete.

Per finire

Infine, Python è free software: non solo il download dell’interprete per la propria piattaforma, così come l’uso di Python nelle proprie applicazioni, è completamente gratuito; ma oltre a questo Python può essere liberamente modificato e così ridistribuito, secondo le regole di una licenza pienamente open-source.

Queste caratteristiche hanno fatto di Python il protagonista di un enorme diffusione in tutto il mondo, e anche in Italia, negli ultimi anni. Questo perché garantisce lo sviluppo rapido (e divertente) di applicazioni di qualsiasi complessità in tutti i contesti: dal desktop al web, passando dallo sviluppo di videogiochi e dallo scripting di sistema.

Caratteristiche

  • Coding Assistenza e analisi, con il completamento del codice, sintassi e l’evidenziazione degli errori, l’integrazione linter e soluzioni rapide
  • Viste specializzate del progetto, vista della struttura dei file e salto veloce tra file, classi, metodi e costumi: progetto e codice di navigazione
  • Python Refactoring: possibilità di rinominare, metodo estratto, introdurre variabili, introdurre costante, spingere verso il basso e altre
  • Supporto per framework web: Django, web2py e Flask
  • Integrato Python Debugger
  • Integrato Unit Testing, con la linea per la copertura
  • Google App Engine di sviluppo di Python
  • Controllo della Versione Integrato
  • E stato rilasciato al mercato degli IDE Python incentrato per competere con Eclipse ‘s PyDev o più in generale focalizzata Komodo IDE da ActiveState.

La versione beta del prodotto è stata rilasciata nel luglio 2010, con il 1.0 in arrivo 3 mesi dopo.

La versione 2.0 è stata rilasciata il 13 dicembre 2011, la versione 3.0 è stata rilasciata il 24 settembre 2013 e la versione 4.0 è stato rilasciata il 19 novembre 2014.

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

pycharm-programmare-python

 

PyCharm

  • Community Edition, la versione open source disponibile il 22 ottobre 2013.
  • Professional Edition ha diverse opzioni di licenza, che dispongono stesse funzionalità del software e si differenziano per il loro prezzo e condizioni di utilizzo.
  • Professional Edition è gratuito per i progetti open source e per alcuni usi educativi. C’è anche una licenza Accademica che per altro ha un uso didattico.
  • Community Edition è distribuita sotto licenza Apache 2. Il codice sorgente è disponibile su GitHub

Installazione

Per installare su Ubuntu 15.10/16.04 e derivati aprite un terminale e digitate:

Terminale
  1. sudo sh -c ‘echo “deb http://archive.getdeb.net/ubuntu wily-getdeb apps” >> /etc/apt/sources.list’
  2. wget -q -O- http://archive.getdeb.net/getdeb-archive.key | sudo apt-key add –
  3. sudo apt-get update
  4. sudo apt-get install pycharm

Per installare su Ubuntu 15.04 e derivati aprite un terminale e digitate:

Terminale
  1. sudo sh -c ‘echo “deb http://archive.getdeb.net/ubuntu vivid-getdeb apps” >> /etc/apt/sources.list’
  2. wget -q -O- http://archive.getdeb.net/getdeb-archive.key | sudo apt-key add –
  3. sudo apt-get update
  4. sudo apt-get install pycharm

Rimuovere

Per rimuovere aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  1. sudo apt-get update
  2. sudo apt-get –purge remove pycharm

Se avete consigli o domande non esitate a scrivermi