WineHQ-programmi-windows-su-Linux | Linuxiano.it
Privacy Policy

WineHQ-programmi-windows-su-Linux

WineHQ

WineHQ (Wine is not an emulator, un acronimo ricorsivo, in italiano traducibile con Wine non è un emulatore) è un software scritto in C nato originariamente per sistemi operativi GNU/Linux, poi esteso ad altri sistemi operativi, con lo scopo di permettere il funzionamento dei programmi sviluppati per il sistema operativo Microsoft Windows.

In realtà fino al 1997 Wine era l’acronimo di Windows emulator, poi cambiato nell’attuale per distinguerlo dai normali emulatori.

Installazione

Per installare su Ubuntu 15.04/14’10/14.04 Linux mint 16/17 aprite un terminale e scrivete:

Terminale
  1. sudo  -s
  2. add-apt-repository ppa:ubuntu-wine/ppa
  3. apt-get update
  4. apt-get install wine1.7 winetricks

Per installare su Ubuntu dalla versione 16.04 in poi aprite un terminale e digitate:

Terminale
  • sudo apt-get install wine
Durante l’installazzione troverete questa schermata confermate con “OK”

Non appena aprite il file scaricato vi troverete davanti questa schermata clicca su “installa”

Per rimuovere Wine 1.7.42 e winetricks

Terminale
  • sudo apt-get –purge remove wine1.7 winetricks

Le procedire per l’installazione sono guidate copia incolla il programma che desideri clicca su installa.

WineHQ-programmi-windows-su-Linux

Caratteristiche

Schema architetturale del sistema Wine

  • L’architettura del sistema Wine si rifà a quella dei sistemi NT. Al livello più alto della gerarchia si trova l’applicazione da eseguire, la quale si interfaccia con un sottoinsieme di librerie specifiche del programma ed alcune librerie di sistema, le quali non comunicano direttamente con il kernel ma con un sottosistema specifico per la piattaforma Win32, coadiuvato da una libreria di interfaccia.
  • In Windows NT, le applicazioni non effettuano chiamate dirette a funzioni del kernel, bensì ad uno dei sottosistemi realizzati, i quali si prodigano di effettuare le comunicazioni ai livelli più bassi; a questo punto della gerarchia, il ruolo di interfaccia del kernel viene sostituito dal wineserver, un programma attivo come processo demone che gestisce i processi ed i thread delle applicazioni, oltre alla loro sincronizzazione ed intercomunicazione. Parallelamente al wineserver, l’applicazione viene avviata tramite l’incapsulamento in un wine-thread, un programma client visibile come un processo Unix a tutti gli effetti.
  • Le applicazioni e le librerie che si riferiscono direttamente ai driver di sistema di windows vengono reindirizzate verso la rispettiva componente implementata dal wine driver. Nella sua interezza il sistema prevede che vengano poi utilizzati i driver del kernel del sistema operativo utilizzato, in maniera invisibile ai livelli più alti.
  • Alla base del sistema, sia il server che i programmi client di Wine fanno riferimento alle librerie standard del sistema Unix, ed in particolare alla libreria di sistema ed a quella del sistema X. Il tutto, nella sua interezza, viene eseguito nello spazio utente del sistema operativo. A oggi nessun tipo di integrazione diretta con i livelli più bassi del sistema sono previsti,specie per evitare limitazioni che eviterebbero il funzionamento di Wine su differenti piattaforme.

Piattaforme supportate

Sebbene sviluppato principalmente per Linux, successivamente sono stati rilasciati port per Mac OS X, FreeBSD e Oracle Solaris, che vengono aggiornati più o meno in contemporanea con la versione Linux. Versioni risalenti al 1999 di Wine sono disponibili per OpenBSD e NetBSD.

Anche se attualmente non è aggiornato, paradossalmente, è disponibile un port delle DLL di Wine per Microsoft Windows.

Configurazione ed utilizzo

Il programma può usufruire della directory contenente la struttura base di Windows, con le directory Windows, Programmi, Documenti, le DLL, e i file di configurazione. Può essere quella originale o, meglio, una fittizia personalizzata.

Ci sono molte utility per configurare wine, a parte wine-utils che sono applicazioni base integrate con wine per gestirlo, la più comune e funzionale è winetools ma esiste anche winesetuptk,il cui sviluppo è però, fermo da tempo,e Sidenet.

Una volta configurato Wine per avviare un file eseguibile di Windows basta digitare nel terminale:

Terminale
  • wine ./percorso/file.exe

Programmi di utilità

PlayOnLinux
Si tratta di una interfaccia grafica che si propone di semplificare l’installazione di applicazioni basate su Windows in ambiente Linux.  Sviluppato in Bash e Python, fornisce degli script con estensione .pol che specificano le configurazioni di Wine necessarie per installare ed eseguire una particolare applicazione.

Permette agli utenti di installare le applicazioni più diffuse nell’ambito Windows

  • Apple iTunes e Safari
  • Microsoft Office
  • Microsoft Internet Explorer
  • AutoCAD, Mono,
  • .NET Framework 2.0
  • 4Fireworks MX
  • Flash MX, e molti altri

Utilizza un database online  script da applicare alle diverse applicazioni che richiedono una configurazione particolare; se l’applicazione non è nel database,  potete installarla manualmente.  Oltre ai giochi,  qualsiasi altro programma può essere installato ed ognuno viene messo in un contenitore diverso per evitare interferenze di un programma con un altro. Questo fornisce un “isolamento” più o meno simile a quello fornito dalle “bottles work” di CrossOver.

Le applicazioni installate rimangono separate le une dalle altre. Possono utilizzare diverse versioni e configurazioni di Wine a seconda dei casi. L’installazione di queste è gestito da Play On Linux su software Linux senza la necessità di installare Wine separatamente.

Se avete consigli o domande non esitate a scrivermi