Come aggiornare Ubuntu 16.04 LTS a Ubuntu 17.04

Come aggiornare Ubuntu 16.04 LTS a Ubuntu 17.04

Introduzione a Ubuntu 17.04

Dopo il rilascio di Ubuntu 17.04 (Zesty Zapus) il 13 aprile 2017, le persone vogliono sapere come aggiornare il loro sistema. Si prega di notare che Ubuntu 17.04 è un rilascio non LTS, quindi non consigliamo di non eseguire il passaggio da Ubuntu 16.04 LTS a 17.04 o successivi (fino a un nuovo rilascio LTS), ma ad attendere Ubuntu 18.04 che sarà rilasciato in aprile 2018, per una versione di supporto a lungo termine. Detto questo, chi vuole ottenere un sistema aggiornato all’ultima versione 17.04 vi mostreremo come. Prima di iniziare l’aggiornamento a ubuntu 17.04, possiamo dare un’occhiata rapida alle nuove funzionalità di Ubuntu 17.04.

Caratteristiche e modifiche

  • Il supporto PowerPC a 32 bit è stato eliminato. Secondo le note di rilascio, la porta powerpc non è più inclusa nella versione 17.04. Ma il supporto per ppc64el continua
  • Il resolver DNS predefinito è ora risolto da systemd
  • Per le nuove installazioni, verrà ora utilizzato un file di scambio invece di una partizione di swap
  • Ubuntu 17.04 si basa sulla serie di rilascio Linux 4.10, quindi si aspetta che venga spedito con Kernel 4.10
  • Esiste supporto per la stampa senza driver, pertanto è possibile stampare senza driver specifici per stampanti. Queste stampanti sono stampanti IPP Everywhere e Apple AirPrint, ma anche alcune stampanti PDF, PostScript e PCL
  • LibreOffice è stato aggiornato alla versione 5.3
  • Le applicazioni fornite da GNOME sono state aggiornate a v3.24. Le eccezioni sono il file manager Nautilus (3.20), Terminal (3.20), Evolution (3.22) e Software (3.22)
  • L’applicazione Calendario dispone ora di una vista Settimana
  • gconf non è più installato come impostazione predefinita poiché è stato a lungo sostituito da gsettings. Da notare che le statistiche e le preferenze per i giochi di carte Aisleriot verranno ripristinate all’aggiornamento al 17.04
  • Unity 8 è disponibile come sessione alternativi
  • Qemu è stato aggiornato alla release 2.8
  • Vedere le note di rilascio per ulteriori dettagli

Come aggiornare Ubuntu 16.04 LTS a Ubuntu 17.04

Sistema di backup (Install Duplicity)

Prima di eseguire qualsiasi aggiornamento di sistema, ti consigliamo sempre di eseguire un backup dei file e delle cartelle e spostarlo in una posizione esterna protetta. A tal fine, installare Duplicity, uno strumento di backup che consente di eseguire backup di directory mediante produzione di tar crittografato-formattare volumi e caricarle su un telecomando o file server locale.
Eseguire i seguenti comandi per installare la duplicazione:

Terminale
  1. sudo  s
  2. add-apt-repository ppa:duplicity-team/ppa
  3. apt-get update
  4. apt-get install duplicity python-gi

Avanti apri Dash, cerca “Deja” e fai clic su backup

Clicca su “Cartelle da salvare” e aggiungete le cartelle desiderate per eseguire il backup.
Tornare alla panoramica e fare clic su Back up Now … e il backup con o senza protezione password

Aggiornamento a Ubuntu 17.04

Da notare che per impostazione predefinita, le versioni LTS sono sempre impostate solo per l’aggiornamento a altre versioni LTS. Dal momento che stiamo aggiornando da un LTS ad un’istanza non LTS, abbiamo bisogno di impostazioni di modifica per ottenere la notifica automatica. Nota, si esclude questa funzione di sicurezza per installare 17.04. Seguire i seguenti passaggi:

  1. Apri “Software e aggiornamenti” dal dash
  2. Fai clic sulla scheda “Aggiornamenti”
  3. In “Notifica di una nuova versione di Ubuntu”, fai clic sul menu a discesa e seleziona “per qualsiasi nuova versione”
  4. Chiudi perché le modifiche abbiano effetto

 

Eseguire i seguenti comandi per l’aggiornamento da Ubuntu 16.04LTS a Ubuntu 16.10:

Terminale
  • sudo do-release-upgrade -d

Una volta completato il primo aggiornamento, verrà richiesto di riavviare il sistema. Andare avanti e riavviare la macchina e quindi eseguire il login. Avanti eseguire lo stesso comando di aggiornamento per aggiornare questa volta a Ubuntu 17.04:

Terminale
  • sudo do-release-upgrade -d

Verificare l’aggiornamento eseguendo il seguente comando:

Terminale
  • lsb_release -a

Attività di aggiornamento post

Prenderemo in modo rapido e con attenzione alcune attività di aggiornamento post:

Fai un aggiornamento rapido per verificare le patch di sicurezza / kernel e gli aggiornamenti delle app
Installare driver grafici tramite il centro di software e aggiornamenti
Installare alcuni codec multimediali per aiutarti ad ascoltare musica e guardare i filmati. Ubuntu non include questi software di terze parti a causa di restrizioni legali. È possibile installare codec multimediali eseguendo il seguente comando:

Terminale
  • sudo apt install ubuntu-restricted-extras

Ora installa il nuovo strumento Tweak di Unity
Installare anche l’ indicatore di carico del sistema – questo è un indicatore grafico di carico del sistema per CPU, ram, ecc. Seguire i passaggi di seguito per installarlo

Terminale
  1. sudo  -s
  2. add-apt-repository ppa:indicator-multiload/stable-daily
  3. apt-get update
  4. apt-get install indicator-multiload

Disattiva la sessione di ospiti dalla schermata di accesso : puoi disattivare l’accesso degli ospiti modificando il file “50-no-guest.conf” e aggiungendo il codice qui sotto. Riavvia la macchina in modo che le modifiche abbiano effetto

Terminale
  1. sudo apt install gksu
  2. gksudo gedit /etc/lightdm/lightdm.conf.d/50-no-guest.conf

# Add following lines
[SeatDefaults]
allow-guest=false

Risoluzione dei problemi

Un problema talvolta riportato dagli utenti dopo l’aggiornamento a Ubuntu 17.04 è che il wi-fi non funziona più a causa dell’indirizzo mac  che continua a cambiare. Per risolvere questo problema, attenersi alla seguente procedura:

Aprire un terminale e eseguire il seguente comando

Terminale
  • sudo -H gedit /etc/NetworkManager/NetworkManager.conf

Immettere le seguenti righe alla fine del file

wifi.scan-rand-mac-address=no

Salvare le modifiche e chiudere il file. quindi eseguire il comando per modificare le modifiche

Terminale
  • sudo service network-manager restart