Modalità grafica ridotta in Unity 7

Modalità grafica ridotta in Unity 7

grafica ridotta

Unity 7 ha avuto una modalità grafica bassa per molto tempo, ma recentemente la stiamo migliorando.

grafica normale

Sono stati apportati miglioramenti per ridurre la quantità di effetti visivi che si verificano durante l’esecuzione in modalità grafica ridotta. Ad un livello elevato questo include:

  1. Riduzione della quantità di animazione in elementi come il selettore di finestre, l’avvio e i menu (in alcuni casi fino a zero)
  2. Rimozione di sfocatura e dissolvenza in entrata / uscita
  3. Ridurre le ombre

In genere le persone che eseguono Ubuntu in un ambiente virtualizzato non hanno accesso diretto alle potenti funzionalità della GPU utilizzate da OpenGL e da Unity. Invece il software di virtualizzazione emula queste funzioni usando la CPU. Sebbene la maggior parte delle CPU desktop siano tremendamente potenti, non possono eguagliare una GPU dedicata per l’elaborazione massicciamente parallela necessaria per produrre gli effetti utilizzati in Unity 7, quindi gli elementi dell’interfaccia utente sullo schermo impiegano molto più tempo di quelli dedicati Hardware GPU. Ciò ha un effetto di trascinamento sulle prestazioni percepite dell’ambiente desktop.

In relazione a questo, ma leggermente diverso, è dove un computer viene controllato da remoto su VNC, RDP, ecc. Prendiamo una finestra che si dissolve quando viene aperta come esempio. Il software di controllo remoto deve campionare lo schermo, scoprire cosa è cambiato, forse comprimere quelle modifiche e quindi inviare i dati lungo il filo. Se una finestra viene disegnata gradualmente dal 100% di trasparenza a 0% (cioè in dissolvenza in entrata) in blocchi del 10%, ci saranno 10 rielaborazioni di quella finestra richiesta all’estremità remota (in pratica si potrebbero ottenere 3 o 4 ridisegni, ma questo è abbastanza buono per il nostro esempio). Tutto ciò richiede tempo. Con la modalità grafica bassa abilitata, la finestra viene disegnata una sola volta con una trasparenza dello 0% (completamente opaca) e deve essere inviata al terminale solo una volta, riducendo il sovraccarico e accelerando l’esperienza dell’utente.

La modalità grafica ridotta dovrebbe attivarsi automaticamente quando rileva determinate funzionalità GL non disponibili, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario forzare l’attivazione.

Ecco come è possibile forzare la modalità grafica ridotta su 16.04 LTS (Xenial):

Terminale
  • nano ~ / .config / upstart / lowgfx.conf

Oppure:

Terminale
  • gedit ~/.config/upstart/lowgfx.conf

Incolla questo dentro:

start on starting unity7
pre-start script
initctl set-env -g UNITY_LOW_GFX_MODE=1
end script

Esci e torna indietro

Se vuoi smettere di usare la grafica bassa inserisci all’inizio della riga un asterisco  ‘#’.

Altri metodi

Un altro medoto è usare ccsm.

1. Avviate  Ubuntu software center, cercate e installate CCSM (CompizConfig Settings Manager):

2. Quindi avviare CCSM da Launcher o Unity Dash, fare clic su Desktop -> Ubuntu Unity Plugin:

3. Infine, scorrete verso il basso e selezionate la casella dopo “enable low graphics mode”. L’effetto sarà immediato.

modalita-grafica-ridotta-in-unity-7