Come installare Snapcraft 2.38 su Ubuntu, Linux Mint e sistemi operativi elementari | Linuxiano.it
Privacy Policy

Come installare Snapcraft 2.38 su Ubuntu, Linux Mint e sistemi operativi elementari

Come installare Snapcraft 2.38 su Ubuntu, Linux Mint e sistemi operativi elementari

Inazitutto vediamo cos’è Snapcraft o Snappy

Snapcraft o Snappy è un gestore di pacchetti creato da Canonical Ltd. Inizialmente solo per Ubuntu, ma poi in seguito accolto da altre distribuzioni. Parte di Ubuntu Core, il tool possiede un meccanismo per applicare aggiornamenti software.

Canonical ha creato Snapcraft , uno strumento open source che aiuta gli utenti a creare pacchetti deb in formato snappy.

Uno Snap consente di installare un’applicazione con tutte le librerie di cui ha bisogno, separate dal sistema, vale a dire senza impegnare la versione più recente della libreria presente nel sistema operativo. In questo modo, vengono evitati conflitti di dipendenza fra applicazioni diverse (che richiedono una stessa libreria comune), e diviene possibile avere versioni non aggiornate o molteplici della stessa libreria o programma (all’interno di snap diversi) senza che sia necessario porre mano alla configurazione generale. Il processo eseguito da uno Snap è isolato dagli altri processi del sistema operativo.

Canonical ha comunicato che gli Snap funzionano nativamente anche sotto Arch, Debian, Fedora, e tutte le derivate ufficiali di Ubuntu.

L’estensione del formato utilizzata è .snap infatti gli Snappy possono essere installati sia dallo store di Ubuntu che dal pacchetto scaricato a parte; permette di aggiornare i pacchetti senza doverli ricaricare completamente (come avviene nei pacchetti .deb, .rpm ed etc.).

Dal 14 giugno 2016 altre distribuzioni oltre a Ubuntu, che ha creato snappy, hanno accettato l’utilizzo di questo pacchetto come pacchetto “universale” per tutte le distribuzioni Linux, tra cui Fedora, CentOs, Debian, Arch Linux e Gentoo.

Usato nei device Ubuntu Touch’, Snappy è incluso in Ubuntu dalla versione 16.04.; gli sviluppatori possono creare pacchetti .snap con l’apposito tool , snapcraft, che gli permette di creare applicazioni desktop, servizi background e tool a linea di comando. Il pacchetto che però gestisce gli snap nel sistema in uso è Snapd, che si occupa di tutto ciò che riguarda Snappy, ed è giunto alla versione 2.0.10.

Canonical ha creato Snapcraft , uno strumento open source che aiuta gli utenti a creare pacchetti deb in formato snappy.

Installazione

Mentre ancora in fase di sviluppo, Snapcraft 2.38 è stato rilasciato, apportando molte modifiche e correzioni.

Canonical ha collocato Snapcraft nel proprio PPA, per consentire agli sviluppatori di installare facilmente il software su Ubuntu 16.10 Yakkety Yak, Ubuntu 16.04 Xenial Xerus, Ubuntu 14.04 Trusty Tahr, Linux Mint 18.x, Linux Mint 17.x, Elementary OS 0.3 Freya , Elementary OS 0.4 Loki e altri sistemi derivati ​​di Ubuntu.

Per installare aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  • sudo -s
  • add-apt-repository ppa:snappy-dev/tools
  • apt-get update
  • apt-get install snapcraft

Rimuovere

Per rimuovere aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Terminale
  • sudo apt-get update
  • sudo apt-get –purge remove snapcraft
Se avete consigli o domande non esitate a scrivermi