dentro-la-macchina-con-ubuntu | Linuxiano.it
Privacy Policy

dentro-la-macchina-con-ubuntu

dentro-la-macchina-con-ubuntu

Le macchine automatiche sono già in fase di test e, anche se la legislazione attuale proibisce che si lascino i garage senza un supervisore umano, alcuni dei lettori più giovani potrebbero vederle all’ opera in piena autonomia nel futuro

La tecnologia è già incredibilmente avanzata, con l’ uso di lidar, videocamere omnidirezionali, reti neurali con base GPU, il Clous e altre magie.

Auto automatiche

Detto questo, l’obbiettivo attuale è che le automobili possano operare indipendentemente in semplici situazioni d’ autostrada, non gestire i pedoni e il traffico cittadino. Gli sforzi più apprezzati dalla stampa sono nati dalle profonde tasch di Google, Tesla e recentemente Nvidia.
A inizio 2016, però, un annuncio a sorpresa sfidò questa supremazia . Veniva da Geroge Hotz, che nella precedente vita era noto come Geohot, riuscendo ad Hackerare iPhone e Playstation3.
Hotz ha annunciato di aver modificato la sua Honda Acura con un pilota automatico realizzato da lui. Alla base di questa meraviglia, inoltre, c’ era il nostro amato Ubuntu Linux.
Hotz, attraverso la sua azienda comme.ai, spera di poter portare il sistema nell’ industria automobilistica a circa mille dollari. Il suo obbiettivo è d’ interrompere in questo modo il monopolio di Mobileye (attualmente partner di molte case automobilistiche e produttore del sistema di pilota automatico di Tesla Motors). Anche se il sistema non è bello, con cavi che passano per tutto l’ interno della macchina , una serie di fotocamere, un cruscotto pieno di diavolerie e quel orrore viola che è il tema di default di Ubuntu, Hotz dichiara che è molto avanzato.
Ha infatti imparato a guidare con l’ apprendimento artificiale non da regole imposte da un programmatore.

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.