jenkins-server-di-automazione-basato-su-java | Linuxiano.it
Privacy Policy

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

Jenkins è uno strumento open source di continuous integration, scritto in linguaggio Java

Il progetto nasce come versione alternativa di Hudson a partire dallo stesso codice sorgente dopo una discussione con Oracle.

Jenkins fornisce servizi d’ integrazione continua per lo sviluppo del software. Viene eseguito lato server all’interno di un server web che supporta la tecnologia Servlet e quindi può essere utilizzato da remoto all’interno di un Web browser. Può essere usato con i principali strumenti per la gestione del codice sorgente, come AccuRev, Concurrent Versions System, Subversion, Git, Mercurial, Perforce, Clearcase e Rational Team Concert. Può eseguire progetti scritti in Ant o Maven, ma anche script bash o comandi batch di Windows. Lo sviluppatore principale è Kohsuke Kawaguchi. Il progetto è disponibile sotto la licenza MIT, quindi è open source.

Le esecuzioni possono essere azionate in vari modi, tra cui un commit oppure ad ogni intervallo di tempo oppure attraverso l’interfaccia web.

Installazione Java

Disponibile per Ubuntu 16.04, 18.04, 18.10, per installare aprite un terminale (CTRL+ALT+T) e copiate i seguenti comandi:

Poiché Jenkins è un’applicazione Java,  Javed JDK dovrà essere installato per installare OpenJDK:

Terminale
  • sudo apt update
  • sudo apt install openjdk-8-jdk

Jenkins ha il suo repository per i sistemi Linux aggiungi la chiave repository a Ubuntu:

Terminale
  • wget -q -O – https://pkg.jenkins.io/debian/jenkins.io.key | sudo apt-key add –

Quindi esegui i comandi seguenti per aggiungere il repository del pacchetto:

Terminale
  • sudo sh -c ‘echo deb http://pkg.jenkins.io/debian-stable binary/ > /etc/apt/sources.list.d/jenkins.list’

Installazione Jekins

I comandi sopra dovrebbero abilitare il repository Jenkins su Ubuntu. Tutto ciò che devi fare ora è installare Jenkins:

Terminale
  • sudo apt update
  • sudo apt install jenkins

Dopo l’installazione, il servizio Jenkins si avvierà automaticamente al termine del processo di installazione.

Per verificare se Jenkins è installato e in esecuzione, esegui i seguenti comandi:

Terminale
  • sudo systemctl status jenkins.service

Dovresti vedere un risultato simile a quello qui sotto:

I comandi di seguito vengono usati per avviare, arrestare e abilitare il servizio Jenkins all’avvio del sistema:

Terminale
  • sudo systemctl stop jenkins.service
  • sudo systemctl start jenkins.service
  • sudo systemctl enable jenkins.service

Configurazione

Per la configurazione, aprite il browser e diigtate il nome “host” oppure l’ indirizzo IP seguito da porta 8080 (es.http://hostname:8080).

Se non conoscete il vostro indirizzo IP, aprite un terminale e copiate il seguente comando:

Terminale
  • ifconfig -a

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

Ti verrà richiesta una password amministratore

Per ottenere la password, esegui i comandi seguenti dal terminale:

Terminale
  • sudo cat /var/lib/jenkins/secrets/initialAdminPassword

dovrebbe mostarvi la password da usare copia e incolla nella casella e continua.

Nella schermata successiva, ti verrà chiesto se installare plugin consigliati o selezionare plugin da installare.

Per semplicità,  clicca sulla casella Installa plugin consigliati e il processo di installazione inizierà immediatamente

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

 

Attendi che i plug-in suggeriti vengano installati dopodiché, crea il primo account utente amministratore e clicca su Salva e continua

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

 

L’URL dell’istanza di Jenkins dovrebbe essere compilato automaticamente, accettare il valore predefinito o modificare il nome host o il nome del dominio del server e salvare.

Ora jekins dovrebbe essere installato.

jenkins-server-di-automazione-basato-su-java

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.