Configurazione di Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian | Linuxiano.it
Privacy Policy

Configurazione di Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Configurazione di Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

La virtualizzazione basata su QEMU-KVM è il cuore dello stack basato su Linux

KVM (Kernel-based Virtual Machine) è una soluzione di virtualizzazione completa open source per sistemi Linux simili, KVM fornisce funzionalità di virtualizzazione utilizzando le estensioni di virtualizzazione come Intel VT o AMD-V . Ogni volta che installiamo KVM su qualsiasi box Linux, esso lo trasforma in hyervisor caricando i moduli del kernel come kvm-intel.ko (per le macchine basate su Intel) e kvm-amd.ko (per i computer basati su AMD ).

KVM ci consente di installare ed eseguire più macchine virtuali (Windows e Linux). Siamo in grado di creare e gestire macchine virtuali basate su KVM tramite l’interfaccia utente grafica virt-manager o i comandi virt-install e virsh cli.

In questo articolo discuteremo come installare e configurare l’ hypervisor KVM sul server LTS di Ubuntu 18.04. Suppongo che tu abbia già installato il server LTS di Ubuntu 18.04 sul tuo sistema. Accedi al tuo server ed esegui i seguenti passi.

Verificare se il sistema supporta la virtualizzazione dell’hardware

Esegui sotto il comando egrep per verificare se il tuo sistema supporta la virtualizzazione dell’hardware o no:

Terminale

egrep -c ‘(vmx|svm)’ /proc/cpuinfo

Se l’output è maggiore di 0, significa che il tuo sistema supporta Virtualization else riavviare il sistema, quindi accedere alle impostazioni del BIOS e abilitare la tecnologia VT.

Ora Installa l’utility ” kvm-ok ” usando il comando di sotto, viene usato per determinare se il tuo server è in grado di eseguire macchine virtuali KVM con accelerazione hardware.

Terminale

sudo apt install cpu-checker

Esegui il comando kvm-ok e verifica l’output:

Terminale

sudo kvm-ok

Installa KVM e i suoi pacchetti richiesti

Esegui i seguenti comandi apt per installare KVM e le sue dipendenze:

Terminale

sudo apt update

sudo apt install qemu qemu-kvm libvirt-bin  bridge-utils  virt-manager

Una volta installati con successo i pacchetti di cui sopra, il tuo utente locale (nel mio caso linuxtechi) verrà aggiunto automaticamente al gruppo libvirtd.

Avvia e attiva il servizio di libvirtd

Ogni volta che installiamo pacchetti qemu e libvirtd in Ubuntu 18.04 Server, esso avvierà e abiliterà automaticamente il servizio libvirtd, nel caso in cui il servizio libvirtd non venga avviato e abilitato, quindi eseguito sotto i comandi:

Terminale

sudo service libvirtd start sudo update-rc.d libvirtd enable

L’output sarebbe qualcosa di simile qui sotto:

Creazione di una macchina virtuale (virt-manager o comando virt-install)

Esistono due modi per creare una macchina virtuale:

  • virt-manager (utility GUI)
  • comando virt-install (utilità cli)

Creare una macchina virtuale usando virt-manager:

Terminale

sudo virt-manager

Dopo aver eseguito il comando sopra nel terminale otterete la creazione guidata con la finestra come nell’esempio sottoindicato.

Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Libvir-tQEMU-stack-KVM-su-Debian

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.