estensione-bash-brace genera stringhe arbitrarie | Linuxiano.it
Privacy Policy

estensione-bash-brace genera stringhe arbitrarie

estensione-bash-brace

Per generare una sequenza di stringhe da terminale o utilizzando qualsiasi script bash,
Bash utilizza l’espansione delle parentesi graffe

L’estensione-bash-brace è un meccanismo mediante il quale possono essere generate stringhe arbitrarie. Questo meccanismo è simile all’espansione del nome file (vedere Espansione del nome file ), ma i nomi dei file generati non devono necessariamente esistere. I modelli da controventare espanso assumono la forma di un preambolo opzionale, seguito da una serie di stringhe separate da virgole o da un’espressione di sequenza tra una coppia di parentesi graffe, seguita da un poscritto facoltativo. Il preambolo è preceduto da ciascuna stringa contenuta all’interno delle parentesi graffe e il postscript viene quindi aggiunto a ciascuna stringa risultante, espandendo da sinistra a destra. “..”.

Alcuni esempi e cosa espandono in:

Sintassi:

Lista delle stringhe

{ String1, String2, …, StringN }

Elenco di intervalli

{ < start > . . < end > }

Preambolo e poscritto

{ string or range }
{ string or range } <preamble{ string or range }

La sintassi precedente mostra che possiamo utilizzare l’espansione delle parentesi graffe senza preambolo e postscript o con preambolo o con postscript o con entrambi. Diversi usi delle espansioni di parentesi sono mostrati nella prossima parte di questo tutorial usando vari esempi.

Esempio 1: utilizzo di elenchi separati da virgole

Il seguente comando mostra l’uso dell’estensione delle parentesi solo con l’elenco separato da virgola. Devi ricordare una cosa mentre definisci la lista, in altre parole, gli elementi della lista devono essere separati solo da una virgola e non aggiungere spazi tra gli elementi, altrimenti l’estensione della controventatura non funzionerà. Qui, il primo comando mostrerà le voci dell’elenco con lo spazio. Nel secondo comando vengono utilizzate due liste e l’output verrà generato combinando ogni elemento di ciascuna lista:

Terminale

echo { PHP, Javascript, JQuery }
echo { “Mi piace” , “Impara” } { “PHP” , “Programmazione” }

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito lo script. Nel secondo comando, ci sono due elementi in ogni lista e ci sono due liste. Quindi, il secondo comando stamperà (2X2 = 4), quattro testo come output.

estensione-bash-brace

Esempio 2: utilizzo degli intervalli

Diversi tipi d’ intervalli possono essere utilizzati nell’estensione-bash-brace delle parentesi per generare l’elenco di dati. Gli usi di quattro tipi di intervalli sono mostrati in questo esempio. Il primo intervallo creerà un elenco di dati numerici, a partire da 50 a 60. Il secondo intervallo genererà un elenco di caratteri alfabetici, partendo da A a F. Il terzo intervallo genererà un elenco di numeri, a partire da 1 a 5 con zero iniziale. Il quarto intervallo genererà un elenco di dati alfanumerici combinando da A a C e da 1 a 3:

Terminale
  1. echo { 50 .. 60 }
  2. echo { A..C } { 1 .. 3 }

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi sopra. Nell’ultimo comando, la prima espansione di bretelle contiene tre elementi e la seconda espansione di bretelle contiene tre elementi. Quindi, gli elementi totali nell’output saranno 3X3 = 9.

estensione-bash-brace

Esempio 3: utilizzo del preambolo

Questo esempio mostra l’uso del preambolo nell’estensione delle parentesi. Il primo comando aggiungerà la stringa “Ciao” ad ogni voce dell’elenco e genererà l’output. Il secondo comando aggiungerà ‘b’ con ogni elemento della lista. Questo tipo di attività è utile se si desidera aggiungere un testo o un carattere comune nella parte anteriore di ciascun elemento dell’elenco:

Terminale
  1. echo “Ciao” { John, Mohammed, Lisa }
  2. echo b { all, ell, oat, eef }

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi.

estensione-bash-brace

Esempio 4: utilizzo di postscript

Questo esempio mostra l’uso di postscript nell’estensione delle parentesi. Il testo, “è un programmatore”, verrà aggiunto alla fine di ogni elemento della lista nel primo comando. La parola “palla” si aggiungerà con ciascun elemento della lista nel secondo comando. Se l’ultima parte di ciascun elemento della lista è la stessa, è meglio creare l’elenco rinforzando l’estensione con postscript:

Terminale
  1. echo { John, Mohammed, Lisa } “è un programmatore.”
  2. echo { basket, foot, volley } palla

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi.

estensione-bash-brace

Esempio 5: utilizzo di preambolo e postScript

Quando la prima parte e l’ultima parte di ciascun elemento dell’elenco sono uguali, è meglio creare l’elenco utilizzando l’espansione delle parentesi graffe con preambolo e postscript. Qui, il primo comando aggiungerà “Ciao”, all’inizio di ogni elemento della lista e “benvenuto su LinuxHint.”, Alla fine di ogni voce dell’elenco. Il secondo comando genererà un elenco alfanumerico aggiungendo “*****” nella parte anteriore e “. *****” alla fine dell’elemento della lista. In base all’intervallo, il primo elemento è Q01 e l’ultimo elemento è Q05.
echo “Ciao”, { John, Mohammed, Lisa } “benvenuto su LinuxHint.”:

Terminale
  • echo “***** Q” { 01..05 } “. *****”

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi.

Esempio 6: creazione della sequenza di directory e file

Il comando `echo` è usato in tutti gli esempi precedenti di questo tutorial. Ma puoi anche usare l’estensione delle bretelle con altri comandi. Come è possibile creare più file o cartelle in un singolo comando usando l’estensione delle parentesi graffe è mostrato in questo tutorial. Il seguente comando creerà tre cartelle, Design, Programming e Framework , usando il comando ` mkdir` e l’estensione brace:

Terminale
  1. mkdir { Progettazione, programmazione, quadro }
  2. ls

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi.

Puoi anche creare sequenze multiple di file usando l’espansione touch e brace con preambolo e postscript. In questo esempio , il comando `touch` è usato per creare più file. “Ps” è usato come preambolo, “.py” è usato come postscript e l’intervallo 1..3 è usato per creare i nomi di file sequenziali. Il secondo comando, ‘ls’ mostrerà che i file sono creati o meno:

Terminale
  1. touch ” ps ” { 1 .. 3 } “.py”
  2. ls

Risultato:

Il seguente output apparirà dopo aver eseguito i comandi. Qui verranno creati tre file. Questi sono ps1.py, ps2.py e ps3.py.

Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.