svuota-automaticamente-cestino su Linux con CLI Autotrash Ubuntu 18.04

Svuota-automaticamente-cestino su Linux con CLI Autotrash

Quando eliminiamo un file o una cartella dal nostro sistema, questo viene spostato nel Cestino (Linux) o nel Cestino (Windows). Se, vogliamo sbarazzarci di questi file e cartelle, per lo più inutili, dovremo farlo manualmente.
In questa guida vedremo come (svuota-automaticamente-cestino) eliminare automaticamente il contenuto del cestino impostando tempi a piacere e molto altro. Applicazione utilizzata Autotrash.

FreeDesktop.org

Autotrash è un’utilità da riga di comando per eliminare automaticamente i vecchi file eliminati. Elimina i file che sono stati nel cestino per più di un determinato numero di giorni. Non è necessario svuotare la cartella cestino o usare MAIUSC + CANC per eliminare definitivamente i file / le cartelle. Autortrash gestirà i contenuti della cartella Cestino e li eliminerà automaticamente dopo un determinato periodo di tempo.

Questo articolo spiega come installare l’utilità Autotrash, come trovare aiuto e come utilizzarlo. Spiegherò la procedura con alcuni esempi che ti aiuteranno a comprendere le funzionalità di questa utility.

Ho eseguito i comandi e le procedure menzionati in questo articolo su un sistema Ubuntu 18.04.

Installa Autotrash attraverso il Terminale Debian

Installeremo l’interfaccia della riga di comando di Autotrash tramite Terminale. Possiamo avviare il Terminale tramite la ricerca di Avvio applicazioni come segue:

Da ntare che solo un utente autorizzato (root o sudo) può aggiungere / aggiornare, rimuovere e configurare il software su un sistema Debian.

IPassaggio 1: aggiorna l’indice del repository del tuo sistema

Per installare l’ultima versione del software disponibile nei repository online di Debian, l’indice del repository del proprio sistema deve essere aggiornato.

Eseguiamo il seguente comando sudo per aggiornare l’indice del repository locale del proprio sistema con quello di Internet:

Terminale
  • sudo apt-get update

Il sistema potrebbe richiedere la password d ‘amministratore. Immettere la password e l’indice del repository verrà aggiornato.

Passaggio 2: installare l’interfaccia della riga di comando di Autotrash

Ora è possibile installare l’utilità autotrash eseguendo il comando seguente come sudo nell’applicazione Terminale:

Terminale
  • sudo apt-get install autotrash

Il sistema potrebbe richiedere un’opzione S / n prima di iniziare la procedura di installazione. Inserisci Y per continuare.

Passaggio 3: verificare l’installazione di Autotrash (opzionale)

Possiamo controllare il numero di versione del software di autotrash installato e anche verificare se è effettivamente installato sul sistema.

Esegui il seguente comando per farlo:

Terminale
  • autotrash –version

O,

  • autotrash -V

I risultati assicurano che la mia versione 0.1.5 di autotrash è installata sul tuo Debian.

Utilizzo della CLI di Autotrash (con esempi)

La guida di Autotrash ti dirà tutto ciò che puoi fare con questa applicazione. Puoi visualizzare la guida come segue:

Terminale
  • autotrash –help

Per ulteriori dettagli, è possibile visualizzare la manpage di Autotrash usando il comando seguente:

Terminale
  • man autotrash

svuota-automaticamente-cestino

Ora presenteremo alcuni esempi illustreranno come è possibile utilizzare questa utilità:

Esempio 1: Svuota-automaticamente-cestino. Elimina file più vecchi di x numero di giorni

Questa è la funzione più utilizzata di Autotrash. Puoi utilizzare la sintassi del comando seguente per rimuovere automaticamente i file che risiedono nel cestino del sistema per x numero di giorni:

Terminale
  • autotrash -d [giorni]

Ad esempio, il comando seguente rimuoverà i file che hanno completato i loro 30 giorni nel cestino:

Terminale
  • autotrash -d 30

Questo ti dà abbastanza tempo per ripristinare tutti i file che potresti desiderare durante i 30 giorni.

l’ Utilizzo del comando consente di applicare questa funzione non solo ai file eliminati ma anche ai file eliminati di tutti gli utenti che utilizzano il sistema:

Terminale
  • autotrash -td [giorni]u

Esempio:

Terminale
  • autotrash -td 30

Esempio 2: Svuota-automaticamente-cestino. Eliminare i file in base allo spazio libero rimasto

Possiamo utilizzare l’autotrash solo per eliminare i file se nella posizione del cestino sono rimasti meno di M megabyte di spazio libero. Ad esempio, se lo imposti su 1024, l’autotrash inizierà a funzionare solo se nel cestino è presente meno di 1 GB di spazio libero. Fino a quel momento, l’autotrash uscirà normalmente senza eseguire la scansione della directory Cestino.

Esempio:

Terminale
  • autotrash –max-free 1024 -d 30

Min-gratis

Allo stesso modo, puoi utilizzare l’autotrash per assicurarti che ci sia un minimo di M megabyte di spazio libero.

Esempio:

Terminale
  • autotrash –min-free 1024

Puoi anche combinare i due comandi per assicurarti che l’autotrash inizi a leggere il cestino se ci sono meno di 2 GB di spazio libero, quindi controlla. Il comando rimuoverà quindi i file più vecchi di 30 giorni e rimuoverà anche i file extra per garantire che 1 GB di spazio sia sempre disponibile:

Terminale
  • autotrash –max-free 2048 –min-free 1024 -d 30

Esempio 3: Svuota-automaticamente-cestino.Eliminare il numero M di megabyte

Possiamo utilizzare l’utilità per eliminare almeno M numero di megabyte, eliminando prima l’aggiunta di cestino più vecchia. Questa funzione utilizza le voci del cestino anziché i singoli file Ciò significa che se l’elemento più vecchio nel cestino è una directory da 1 GB e si richiede la rimozione di almeno 10 MB (M = 10), l’autotrash rimuoverà 1 GB:

Terminale
  • autotrash –delete M

Esempio:

Terminale
  • autotrash –delete 1024

Gli esempi che ho presentato ti aiuteranno a configurare modi ancora più personalizzabili per svuotare il cestino. Ora non devi preoccuparti dello spreco di spazio sul tuo sistema a causa del cestino del sistema. L’utility autotrash si occuperà automaticamente di cancellare i tuoi file indesiderati in base ai tuoi criteri definiti.


Articoli Correlati

terminal-root


Grazie! per l’utilizzo della Guida di Linuxiano.

Trovi questo tutorial utile? Condividi con i tuoi amici per tenerlo in vita.
Sii il primo a commentare, apprezzo i tuoi suggerimenti. Per ulteriori domande potete commentare qui sotto.

Lascia un commento